Iniziative per l’ agricoltura Luglio 2021

iniziative in sostegno all'agricoltura

Il Decreto del 20 Aprile 2021 del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali sulle misure di Finanziamento per autoimprenditorialità in agricoltura ha messo in campo due nuove misure che potrebbero interessare un’ampia platea di ditte che vogliono avviarsi o ampliarsi nel settore agricolo. L’Ente istruttore delle pratiche ed erogatore dei finanziamenti è ISMEA (Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentari).

Le misure in particolare sono le seguenti:
1) Subentro in agricoltura
2) Ampliamento aziendale

Subentro in agricoltura: per chi vuole rivitalizzare un’azienda preesistente

Il primo prodotto è il classico prodotto di insediamento in agricoltura rilevando un’azienda da altro agricoltore che chiuda la sua partita IVA. In questo caso viene finanziato tutto il parco macchine, eventuali ampliamenti o ristrutturazioni aziendali ed anche un 10% del costo del terreno dell’azienda che viene rilevata.

In questo caso si ha la possibilità di avere fino ad un 35% a fondo perduto ed il resto fino ad un max del 95% con mutuo a tasso zero a 30 anni.

Ampliamento aziendale: per chi vuole approfittare di un’opportunità di sviluppo commerciale

Il secondo prodotto assume particolare interesse in quanto ISMEA permette di accedere al prodotto “ampliamento” a tutti i giovani con almeno due anni di azienda attiva (e due bilanci chiusi), classificabili come “economicamente e finanziariamente sani”.

Sono ammissibili una serie di opere di miglioramento fondiario, acquisto nuovi mezzi agricoli e/o attrezzatura (purché non in sostituzione a macchinari e/o attrezzature già esistenti) e sistemazioni immobili aziendali.

Viene riconosciuto un finanziamento (mutuo a tasso zero) per il 75% delle spese ammissibili o, in alcune regioni del Sud, un mutuo a tasso zero al 60% delle spese ammissibili ed un 35% a fondo perduto. Il tutto escluso IVA, ma con almeno un 5% di mezzi propri dimostrabili.

L’intervento del consulente Euroansa serve al cliente per:

  • assisterlo nella predisposizione del business plan, avvalendosi anche della collaborazione dell’agronomo dell’azienda
  • reperire l’assistenza bancaria per i mezzi propri e/o fideiussione bancaria (qualora il richiedente non sia in possesso di terreni da ipotecare o che abbiano congruo valore)
  • preventivare altre necessità che la ditta può avere nel medio periodo.

É utile evidenziare che questi prodotti messi in campo nel settore agricolo permettono di avvicinare aziende ed imprenditori giovani che vogliono sperimentare e/o entrare in un campo lavorativo che, senza queste attenzioni e finanziamenti, magari rimarrebbe un pensiero dei genitori – e non dei figli – per il loro futuro.

Autore dell’articolo: Elio Barbera