Euroansa - L'importanza di ascoltare

Euroansa Storie – Vuoi far crescere un’azienda? Inizia ad ascoltarla.

Una delle caratteristiche più importanti di un imprenditore è quella di saper ascoltare. Ma cosa significa “ascoltare”? Una capacità tutt’altro che banale, soprattutto nel gestire un’azienda come Euroansa, con i suoi 750 collaboratori. In un contesto importante come questo bisogna stare attenti ai problemi di tutti e capire in tempo quando una problematica sta per insorgere, così da intervenire per tempo, prima che essa peggiori inesorabilmente. 

Euroansa Storie – L’importanza di fare team

Nel lavoro come nello sport la determinazione nel raggiungere i propri obiettivi è un ingrediente fondamentale, sia che si pensi ad una competizione sportiva che allo sviluppo di un progetto innovativo.

Euroansa Storie

Euroansa storie – Perché un’azienda leader deve saper innovare?

Cosa ci ha insegnato il Covid di importante, col suo essere così dirompente? Che le cose possano cambiare ad una velocità eccezionale, ad esempio. C’è chi pensa vada tutto bene, che il mondo vada in una direzione precisa e così via, quando invece in pochissimo tempo tutto può cambiare.

Euroansa Storie - Ferdinando Frediani racconta Move

Euroansa Storie – Il progetto Move Solutions

“Euroansa è una società che investe sui giovani, che gli dà fiducia. Oggi non è facile essere giovani ed essere anche creativi da certi punti di vista, dunque avere una società che ti spinge e che ti supporta è veramente importante.”

Massimo Cerbai di Crédit Agricole racconta la partnership con Euroansa

Euroansa Storie – Massimo Cerbai di Crédit Agricole racconta la partnership con Euroansa

Parlare del rapporto tra Euroansa e Crédit Agricole porta spontaneamente a riflettere sul rapporto che ho con Ansano Cecchini. Ho conosciuto Ansano una quindicina d’anni fa quando aveva un gruppo di intermediari immobiliari in Toscana che operava all’interno di Kiron…

Euroansa Storie - Rapporto tra Mediatore del Credito e Istituti Bancari

Euroansa Storie – Rapporto tra Mediatore del Credito e Istituti Bancari

Il rapporto tra la mediazione creditizia e le banche storicamente ha avuto due vite. La prima è quella precedente al Dlgs 141/2010, entrato in vigore nel 2012, dunque alla nascita della figura del mediatore creditizio organizzato in società di mediazione, sottoposte a loro volta ad un regime di regolamentazione con caratteristiche molto stringenti e norme di vigilanza dei propri collaboratori.

Euroansa Storie – Mutui e prodotti assicurativi: cosa consiglierebbe un buon mediatore

Oggi il sistema bancario offre condizioni e tassi veramente favorevoli, il che apre alla possibilità di stipulare un mutuo per l’acquisto della prima casa a fronte di una rata comoda da pagare. Ciò tuttavia comporta guadagni inferiori per le banche, il che spiega perché molti istituti bancari contestualmente alla pratica di mutuo offrono altri prodotti correlati ad esso.

Euroansa Storie – L’educazione finanziaria

Grazie all’educazione finanziaria è possibile gestire economicamente la propria famiglia ed avere consapevolezza del percorso economico che essa stessa ha intrapreso. Il processo di educazione finanziaria consiste in una prima fase in cui vengono raccolti tutti i dati della famiglia per avere chiaro da chi sia composta, che età abbiano i componenti, se siano presenti figli e così via

Euroansa Storie – Il progetto di Coaching Aziendale

Il progetto Coaching gestito dall’ufficio Risorse Umane di Euroansa è nato nel 2020 e ha come obiettivo quello di andare a lavorare sui singoli collaboratori, analizzandone le performance e la tecnica professionale, con il fine di individuare come poter migliorare ulteriormente le proprie prestazioni.

Mediazione del Credito e Agenzie Immobiliari. Un connubio vincente.

Euroansa Storie – Mediazione del Credito e Agenzie Immobiliari. Un connubio vincente.

on il Dlgs 141/2010 sui Mediatori Creditizi, entrato in vigore nel 2012, il mondo della mediazione ha subito una rivoluzione importante. I mediatori creditizi si sono dovuti organizzare in società di mediazione. Per costruire una società di mediazione è necessario rispettare dei requisiti particolarmente stringenti e, ad oggi, in Italia se ne contano 280, con le prime 10 che capitalizzano il 70% del mercato della mediazione…